Mostra Da Franzoni a Mauro Valsangiacomo

Da Franzoni a Mauro Valsangiacomo

DI WERTHER FUTTERLIEB

Un rinfrescante tuffo nel passato ha accolto i visitatori della galleria “La Colomba” dei coniugi Galetti fino a domenica 16 marzo nell’ammirare opere ticinesi che, come dice la locandina, vanno da Filippo Franzoni a Mauro Valsangiacomo, passando per tutta una serie di artisti dell’Ottocento per scendere giù fino ai giorni nostri di Nag Arnoldi, Renzo Ferrari, Samuele Gabai e Aldo Ferrario.

Bildschirmfoto 2014-02-04 um 20.34.03

Un tuffo nel passato con un atterraggio nel presente, coprendo in tal modo un periodo che comprende un secolo di arte pittorica e scultorea per quanto attiene Aldo Ferrario, Giuseppe Foglia e Nag Arnoldi. Una mostra interlocutoria dei Galetti che, prossimamente, inaugureranno una mostra prestigiosa come quella che renderà omaggio a Francesco De Rocchi, uno dei maggiori pittori “chiaristi” europei, in collaborazione con la famiglia De Rocchi e la sponsorizzazione della Banca Popolare di Sondrio.

Mostra interlocutoria, dicevamo, cui non è stato possibile dare maggiore rilievo per l’accavallarsi di date, ma che deve comunque essere considerato un evento coerentemente inserito nel filone di ricerca che la galleria persegue dalla sua apertura e volto a proporre e valorizzare l’opera artistica di pittori e scultori svizzeri e ticinesi. “La Colomba” svolge un’attività di ricerca e di approfondimento culturale che tocca alcuni fra i più importanti pittori di casa nostra degli ultimi cent’anni e che evidenzia gli sviluppi dell’arte in Ticino, con particolare attenzione alle aperture nei confronti dell’evoluzione artistica europea di questo periodo.


Bildschirmfoto 2014-02-04 um 20.35.36
Come, del resto, fatto rilevare nella locandina che introduce la mostra testè andata a termine. Ancora una volta Viganello si distingue per la qualità e la ricchezza dei contenuti di artisti, che hanno fatto la storia pittorica ed artistica del nostro Cantone, proiettando pure come Filippo Franzoni i loro capolavori all’estero.

Ed è proprio quest’ultimo il nome più prestigioso fra gli artisti di un passato che sembra lontano, ma che conserva una vitalità espressiva straordinaria, taichè la sua fama lo rende ancora unico nel panorama artistico del Ticino. Di questo pittore abbiamo potuto ammirare “Pescatori a Burbaglio”, un olio su tela costruito con pochi tratti compositivi e che riconferma le sue grandi doti.


Bildschirmfoto 2014-02-04 um 20.36.31

Accanto a Franzoni, anch’esso con una sola opera, Luigi Chialiva, altro artista forte, legato al nostro paese anche perchè figlio di quell’Abbondio, proprietario della Tanzina a Lugano. Di lui si è potuto ammirare “I guardiani di tacchini”, opera che conferma la sua predilezione per i soggetti arcaici e bucolici.
Anche Ernesto Fontana è presente con una sola opera, “Rose”, datata del 1904, una delle poche nature morte a lui sicuramente attribuibili, una composizione singolare con veri tipi di rose, di colore diverso: ora in boccio, ora fonte, ora appena afflosciate in attesa di appassire: un unicum veramente!

Ma per ognuno degli artisti esposti si potrebbe raccontare dilungandoci, se non fosse per lo spazio che è sempre tiranno. Ci limiteremo, quindi, a ricordare che oltre a quelli menzionati la galleria “La Colomba” ha proposto quattro opere di Luigi Rossi, una di Luigi Monteverde, due di Ambrogio Preda, 4 di Augusto Feragutti Visconti, due di Augusto Sartori, 4 di Jean Corty, quattro di Carlo Cotti, due di Renzo Ferrari, una di Samuele Gabai, 3 di Mauro Valsangiacomo, altrettante di Nag Arnoldi, due di Aldo Ferrario. Infine, presenti con una sola opera, Baldo Carugo, Costante Borsari, Filippo Boldini, Mario Moglia e Sergio Emery.


Bildschirmfoto 2014-02-04 um 20.37.44
Una mostra, quindi, che, pur essendo stata definita interlocutoria, ci ha fatto godere di un tuffo nel passato ben accetto e rinfrescante perchè artisti di tale capacità e spessore non rappresentano solo i valori del nostro passato, ma pure la conferma che il Ticino ha contato e conta artisti di tutto rispetto e valore.