Savinio Ruggero


Ruggero Savinio, figlio di Alberto Savinio e nipote di Giorgio de Chirico, nasce a Torino il 22 dicembre 1934. Sua madre, Maria Morino, attrice, partecipa all’ultima tournée di Eleonora Duse, in America nel 1924. Anche per tradizione familiare, Ruggero Savinio si avvicina prestissimo al mondo dell’arte, incoraggiato dal padre, Alberto Savinio, uno dei più celebri pittori e scrittori italiani attivi a Parigi tra la fine degli anni Venti e l’inizio degli anni Trenta.
A quindici anni frequenta per qualche tempo lo studio dello zio a Roma, il più noto pittore Italiano del nostro secolo, da cui riceve importanti insegnamenti soprattutto di tecnica pittorica. Nonostante la vicinanze di due personalità così forti, Savinio trova ben presto una propria strada, allontanandosi dall’atmosfera metafisica o surrealista.

rascorre l’infanzia e la prima giovinezza a Roma, frequentando il liceo classico e la facoltà di Lettere all’Università. Nel 1958 parte per Parigi con una borsa di studio dove dimora fino al 1961 e, in seguito, fra il 1965 e il 1968.
Tiene la Sua prima personale a Milano nel 1962 e dopo di allora espone in molte città in Italia e all’ estero. Si trasferisce a Milano nel 1968, ritornando infine a vivere a Roma nel 1984.
Nel 1986 gli viene assegnato il premio Guggenheim per la pittura che ogni due anni viene Conferito ad un artista italiano ed a uno americano. E nello stesso anno espone alla Art International Exposition di Chicago. Nel 1988 partecipa alla Biennale di Venezia con una Sala personale ed è presente, nel 1995, su invito del curatore Jean Clair, con un’altra sala Personale nell’ edizione di quell’anno alla Biennale Veneziana. Tra le esposizioni recenti si ricordano le antologiche di Palazzo Sarcinelli a Conegliano (1992), al Castello Sforzesco di Milano (1999), e l’importante rassegna appena conclusasi al Palazzo di Vicolo Valdina a Roma, con il patrocinio della Camera dei Deputati.
Ruggero Savinio è anche scrittore. Ha pubblicato: L’Età dell’oro, Milano Scheiwiller, 1981; Percorsi della Figura, Roma, La Cometa, 1992, Ombra Portata, Milano, Anabasi, 1992; Paesaggio con figura, Firenze, Le Lettere, 1996. Suoi scritti sono apparsi in numerose Riviste, come “Paragone”, “La Tartaruga”, “Linea d’ombra”, “Nuovi Argomenti”.
Dal matrimonio con Annelisa Alleva ha avuto due figli: nel 1990 Andrea e nel 1992 Gemma. Ruggero Savinio vive e lavora a Roma.